Sicurezza nel metapontino. Dopo l’ultimo episodio saranno rafforzati i controlli

Forze dell’ordine e istituzioni rafforzeranno l’azione di monitoraggio e collaborazione nel Metapontino dopo l’episodio intimidatorio verificatosi nei giorni scorsi a Policoro (Matera), dove persone non identificate hanno sparato alcuni colpi di pistola contro un edificio, in una zona molto frequentata della città.

La decisione è stata presa stamani, a Matera, in un incontro del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, presieduto dal prefetto Antonella Bellomo.

Sulla sparatoria, che ha colpito per “l’arroganza mostrata dai responsabili”, indagano i Carabinieri che stanno verificando tutti gli elementi, dalle testimonianze raccolte, all’auto incendiata ai possibili obiettivi e motivazione del gesto criminale.

“La sicurezza” ha detto il prefetto Bellomo “è patrimonio di tutti e ogni utile elemento, ritenuto marginale, può essere utile per le indagini e per rafforzare il lavoro di prevenzione sul territorio. Il Metapontino conta su due compagnie dei Carabinieri che sono state rafforzate nel periodo estivo e sui presidi di Polizia”.

Il sindaco di Policoro, Rocco Leone, ha ribadito la ferma volontà dell’amministrazione e della comunità locale per evitare che simili episodi possano ostacolare il futuro della cittadina jonica. Il Comitato ha anche esaminato l’ultimo episodio intimidatorio verificatosi nella notte tra sabato e domenica a Matera, ai danni di un esercizio commerciale, che non sarebbe stato preceduto da alcuna richiesta estorsiva.

Share Button