A San Marzano nel tarantino, litiga con i genitori e spara, denunciato 32enne, pluripregiudicato

Al culmine di una lite con i propri genitori, ha imbracciato un fucile detenuto illegalmente e dopo essere uscito di casa ha sparato otto colpi in direzione di un casolare abbandonato prospiciente l’abitazione dei familiari.

Per questo un 32enne, pluripregiudicato di San Marzano di San Giuseppe, è stato denunciato dai carabinieri con le accuse di detenzione, porto in luogo pubblico di armi, minaccia aggravata, accensioni ed esplosioni pericolose. L’uomo ha sparato i colpi di fucile e poi si è allontanato con l’auto facendo perdere le proprie tracce.

I carabinieri, intervenuti sul posto dopo una segnalazione, hanno rinvenuto nei pressi del casolare otto cartucce calibro 12 esplose, oltre a ulteriori 15 cartucce dello stesso calibro e 8 proiettili calibro 7,65 inesplosi. Il 32enne è stato rintracciato in località Punta Prosciutto della marina di Porto Cesareo (Lecce). L’uomo è stato denunciato in stato di libertà. Sono in corso gli accertamenti per recuperare il fucile utilizzato dal 32ennr e stabilire il canale di approvvigionamento della stessa arma.(ANSA).

Share Button