Consorzio Asi Potenza, dieci condannati per concorso in peculato per usi di fondi fra il 2007 e il 2008

Il Tribunale di Potenza ha condannato, per concorso in peculato, a pene comprese tra i tre anni e tre mesi e quattro anni di reclusione dieci persone – fra le quali il consigliere regionale della Basilicata Paolo Galante (Realtà Italia), nell’ambito di un processo sull’utilizzo di risorse economiche del Consorzio per lo sviluppo industriale di Potenza, tra il 2007 e il 2008, da parte di alcuni componenti del consiglio di amministrazione.

Per l’ex presidente del cda dell’Asi, Mario Vasta, la condanna è di quattro anni di reclusione. A tre anni e sei mesi sono stati invece condannati l’ex vicepresidente del cda, e oggi consigliere regionale Paolo Galante (Realtà Italia), Donato Scavone, Angelo Ruggiero, Rocco Sarli (ex componenti del cda), Rocco Tramutola (ex presidente del collegio dei revisori dei conti), Pompeo Pietro Pisani, Gerardo Graziano, e Mario Cerverizzo (ex dirigente Asi).

Per Alfredo Rocco (dirigente Asi) è stata invece disposta una pena a tre anni e tre mesi di reclusione. Il giudice ha quindi disposto per tutti gli imputati l’interdizione perpetua dai pubblici uffici e, in solido, il risarcimento dei danni. L’inchiesta riguardava l’affidamento di incarichi tecnici, le procedure per l’aggiudicazione di alcuni lotti e l’uso improprio di risorse pubbliche per la gestione del Consorzio. (ANSA)

Share Button