Marò. La Corte suprema dell’India accetta l’immediato rientro di Girone in Italia

 Il Fuciliere di Marina Salvatore Girone potrà fin dai prossimi giorni tornare in patria. La Farnesina accoglie con soddisfazione la decisione odierna della Corte Suprema indiana che ha dato urgente attuazione a quanto stabilito dal Tribunale arbitrale de L’Aja il 29 aprile scorso, come richiesto nei giorni scorsi dall’Italia.

NEW DELHI – L’attesa notizia diffusa questa mattina dalla Farnesina, riguardante il Fuciliere di Marina pugliese Salvatore Girone che potrà finalmente dai prossimi giorni tornare in patria è stata accolta con soddisfazione dal ministero degli Esteri.

In una nota il Ministero italiano rende noto che “nell’attesa di accogliere finalmente in patria Salvatore Girone, rinnova l’impegno a conformarsi alle condizioni e modalità stabilite dalla Corte Suprema indiana”.

Felice per l’esito della vicenda il premier Matteo Renzi che in un tweet annuncia la data del rientro e scrive: “Confermiamo la nostra amicizia per l’India, il suo popolo, il suo governo. E diamo il benvenuto al marò Girone che sarà con noi il 2 giugno”.

In un messaggio su Twitter ha espresso soddisfazione anche il premier Matteo Renzi che ha anche annunciato la data del rientro: “Confermiamo la nostra amicizia per l’India, il suo popolo, il suo governo” ha sottolineato Renzi “E diamo il benvenuto al marò Girone che sarà con noi il 2 giugno” prossimo.

La prima ad ufficializzare la notizia è stata il ministro della difesa, Roberta Pinotti che ascoltiamo nel prossimo contributo insieme al presidente della Regione Puglia, Emiliano oggi a Roma per un convegno a Montecitorio.

Share Button