Nell’inchiesta ANAS anche i lavori della Ss 96 “Bari Altamura Matera”

Anas BasilicataLa Guardia di Finanza ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale di Roma nei confronti di 19 soggetti (16 ai domiciliari e tre in carcere) tra dirigenti e funzionari dell’Anas e imprenditori titolari di appalti di opere pubbliche di primaria importanza.

Dura la presa di posizione del gip di Roma che ha emesso i provvedimenti nei confronti di funzionari Anas e imprenditori, per la seconda tranche di un’inchiesta scattata a ottobre 2015 su presunte tangenti per appalti.

“Un marciume diffuso all’interno di uno degli enti pubblici più in vista nel settore economico degli appalti”, scrive il giudice. Intanto, l’azienda ringrazia gli inquirenti e assicura collaborazione per fare chiarezza sul passato e tutelare la propria parte sana. Complessivamente sono 36 gli indagati nella seconda tranche dell’ inchiesta della Gdf, che parla di corruzione ‘sistemica’.

Potrebbero esserci ricadute sui cantieri lucani? Il segretario della Filca Cisl Basilicata, Michele La Torre, esprime forte preoccupazione in merito.

“Dalla stampa apprendiamo” dichiara La Torre “che tra le opere finite sotto la lente della procura di Roma ci sarebbe anche il raccordo Sicignano-Potenza, mentre alcuni dei nomi citati nelle carte dell’inchiesta sono chiaramente riconducibili ad imprese impegnate su importanti opere stradali nella nostra regione”.

“Pur confidando in un accertamento rapido e rigoroso delle responsabilità del caso da parte degli organi inquirenti non posso non guardare con preoccupazione al rischio che alcune, fondamentali opere infrastrutturali lucane possano subire un ulteriore rallentamento dei cantieri, con possibili effetti negativi anche sui livelli occupazionali”.

Liliana Ventricelli (PD): nelle carte dell’inchiesta anche la SS 96

L’onorevole altamurana del PD Liliana Ventricelli segnala che “il seguito dell’operazione Dama Nera sugli appalti dell’Anas rivela nelle carte dell’inchiesta che sarebbe coinvolta anche la strada statale 96 Bari-Altamura-Matera”

La deputata pugliese ha anticipato l’intenzione di verificare, presso il Ministero delle Infrastrutture che i cantieri in atto non abbiano ripercussioni proprio ora che i lavori sono in pieno svolgimento.

Share Button