Matera, falsi ispettori INPS in azione

truffe-anzianiMatera. Attenzione alle truffe. Giungono anche alla nostra redazione di Matera segnalazioni di falsi ispettori dell’Inps intenzionati a derubare persone sole ed anziane. Sono malviventi che riescono nel loro intento senza fare nemmeno la fatica di forzare le porte delle abitazioni. Gente senza scrupoli, spesso vestita in maniera elegante, che con le scuse più varie mette a segno il colpo, distraendo la vittima e sottraendo il denaro.

Rispetto anche a casi di cronaca avvenuti in Italia gli argomenti usati sono : controlli sulla documentazione previdenziale, prospettiva di un aumento della pensione o il dubbio che l’importo corrisposto non sia esatto. Ancora: controlli sui numeri di serie delle banconote, la minaccia che la pensione stessa possa essere ridotta o addirittura revocata in caso di mancato controllo, la necessità di conoscere le coordinate del conto bancario o postale per accreditare somme; ma anche un regalo da consegnare o il controllo del libretto della pensione.

A nessun titolo – ha ribadito ai nostri microfoni il direttore dell’Inps di Matera Vito Antonio Latela – i dipendenti dell’istituto sono autorizzati a richiedere, accettare o consegnare a domicilio somme di denaro, né tanto meno a controllare gli importi riscossi o le banconote ricevute. Pertanto, di fronte a chi si dovesse presentare con queste prerogative, è fondamentale segnalare subito il tutto ai numeri di emergenza 112 e 113 di carabinieri e polizia. L’appello è rivolto soprattutto alle persone anziane o sole che sono quelle che di solito vengono prese di mira dai sedicenti impiegati dell’istituto previdenziale.

Share Button