Nuova mensa “Don Giovanni Mele” a Matera, una lettera al Sindaco per velocizzare l’iter

via cererie 61 immobile da recuperareCon una lettera aperta al Sindaco di Matera Raffaello De Ruggieri, una cordata di associazioni materane, chiede di velocizzare le operazioni necessarie a trasferire la mensa per i poveri ospitata nella parrocchia di Piccianello, insieme ad altre attività sociali e culturali utili al territorio, nell’immobile di proprietà dell’Alsia, in via Cererie,  A rafforzare l’istanza, delle associazioni, Don Giovanni Mele, Città Plurale, Caritas Diocesana della Parrocchia Maria SS Annunciata e del Comitato “Pro centro d’inclusione sociale e mensa per i bisognosi”, una petizione popolare firmata da 3500 persone, ma anche l’aver appreso che l’ultima Legge di Stabilità approvata di recente dalla Regione Basilicata abbia disposto il trasferimento al Comune di Matera dell’immobile di proprietà dell’ALSIA, sito in via Cererie, ad oggi un rudere in disuso. E’ opportuno quindi chiedono i sodalizi citati, che vengano effettuati con sollecitudine gli adempimenti necessari, ossia che l’immobile e l’area su indicata siano di fatto messi a disposizione dell’associazione “Don Giovanni Mele” e venga conferita all’area la destinazione d’uso idonea ai fini di cui sopra. L’associazione Don Giovanni Mele provvederà, poi, alla riqualificazione del sito con proprie finanze. Ad oggi – ricordano ancora – i locali della parrocchia, attualmente adibiti a mensa, sono ormai totalmente insufficienti ad accogliere quanti si rivolgono alla struttura per ottenere il pasto quotidiano e che tale flusso di bisognosi aumenta di giorno in giorno. Questa situazione rende urgente la costruzione di un nuovo centro che si prevede sorgerà nella suddetta area, progetto che non può trovare concretizzazione senza il buon fine dei sollecitati adempimenti.

Share Button