Strage dei terroristi in Burkina Faso. Di origine lucane la famiglia sterminata, solidarietà di Pittella

E’ originario di Bella, in provincia di Potenza il papà di Michael, il bimbo ucciso nell’attentato in Burkina Faso.

Splendid Hotel - Burkina FasoHa destato viva impressione a Bella, in provincia di Potenza la notizia dell’attentato nella capitale del Burkina Faso, in seguito al quale è morto un bambino di nove anni, Michael Santomenna.

Suo padre, Gaetano, è originario proprio del centro lucano. La notizia si è diffusa appena il Ministero degli Esteri ha confermato che tra le vittime vi era anche il piccolo Michel. Al momento dell’attentato si trovava all’interno del locale del padre. Con lui sono morti anche la madre, la nonna ed una zia, tutte di nazionalità ucraina.

Gaetano Santomenna aveva lasciato Bella negli anni 70, si era trasferito in Francia e successivamente, con altri fratelli, nel Burkina Faso dove aveva aperto il bar-ristorante nelle cui vicinanze gli attentatori hanno fatto esplodere un’autobomba.

Cordoglio per la morte del piccolo Michael è stato espresso dalle massime autorità dello Stato, questo il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni.

In mattinata anche il presidente della Regione Basilicata ha rilasciato una dichiarazione:

Dinanzi all’ennesima strage compiuta in Burkina Faso da un manipolo di terroristi sanguinari, c’è un dolore ancora più forte, alimentato dall’orrore di una furia assassina che non ha risparmiato nemmeno un bimbo di 9 anni.

Pittella ha poi dichiarato: “non nascondo di essermi commosso dinanzi alla foto del piccolo Michel, pubblicata questa mattina dai giornali, pensando, da genitore, prima ancora che da uomo delle Istituzioni, al dolore di un padre che si è visto sottrarre gli affetti più cari, in un modo così efferato. E per di più in nome di Dio: cosa quanto mai assurda ed inumana.

A Gaetano Santomenna, originario di Bella, che nella strage ha perso moglie, figlio e altri parenti, voglio far giungere l’affettuoso abbraccio dei lucani, in uno con l’impegno della Regione Basilicata ad essergli vicino per aiutarlo a superare questo difficile momento della propria vita. Una vita fatta di sacrificio e impegno in terra straniera, che Gaetano Santomenna ha saputo affrontare con la forza e la dedizione al lavoro che è propria dei lucani, orgogliosi di rappresentare all’estero il proprio Paese”.

Share Button