Taranto. Pesca di frodo: sequestrati 40 kg di “limoni di mare”

La motovedetta dei Carabinieri di Taranto

La motovedetta dei Carabinieri di Taranto

I Carabinieri della Motovedetta “Codotto” hanno denunciato quattro pescatori, tutti di Taranto, per l’inosservanza di norme in materia di pesca.

L’incremento delle attività di controllo – in vista delle ormai prossime festività natalizie – ha dato, è il caso di dirlo, i suoi primi “frutti”.

Durante un servizio di perlustrazione nello specchio acqueo antistante “punta Rondinella”, i militari hanno intercettato un’imbarcazione con a bordo quattro pescatori di cui due subacquei, i quali sono stati sorpresi in possesso di circa 40 kg di tunicati della specie protetta “microcosmus spp” (i cosiddetti “limoni di mare”) appena pescati.

I pescatori sono stati denunciati e dovranno rispondere alla Procura della Repubblica di Taranto dei reati di inosservanza dei provvedimenti dell’autorità e di violazione del divieto di raccolta, commercio, vendita e somministrazione di tunicati della predetta specie. Quanto rinvenuto, trattandosi di organismi marini viventi, è stato nuovamente buttato in mare.

Share Button