Incendio al Centro Olio in Val d’Agri, lavoratori evacuati

Nuovo allarme al Centro Olio Eni presente in Val d’Agri, nel potentino. Da quanto si apprende, nel pomeriggio uno scambiatore di gas attivo sulle linee del vecchio Monte Alpi sembrerebbe aver preso fuoco procurando l’evacuazione degli addetti ai lavori.

Viggiano - Centro Olio ENI

Viggiano – Centro Olio ENI

Nessun ferito, pare, tra i presenti con le fiamme che sarebbero state controllate nel giro di poco tempo.

Sulla notizia è giunta la posizione del consigliere regionale lucano di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale, Gianni Rosa, il quale ha chiesto l’intervento “senza indugi” del governatore Pittella.

Nel frattempo, sempre nelle stesse ore dell’episodio, al Comune di Viggiano si è svolto un incontro promosso dal sindaco Amedeo Cicala per parlare delle fiammate registrate al Centro Oli. E’ emersa la volontà di realizzare un laboratorio mobile nei pressi dell’area per monitorarne le attività.

L’ENI in serata ha diffuso una nota per rassicurare circa l’ennesimo incidente.

Si è verificato oggi nel corso del normale esercizio del Centro Olio Val d’Agri un principio di incendio di entità limitata su una unità di riscaldamento della linea Monte Alpi.

La squadra di emergenza del Centro Olio si è attivata immediatamente mentre, contestualmente, si provvedeva alla chiusura della linea in oggetto, alla depressurizzazione e alla chiusura dell’unico pozzo al momento in arrivo sulla linea.

Il principio di incendio è stato completamente risolto in circa 15 minuti con il solo ausilio delle lance fisse del sistema di antincendio del COVA.

Eni conferma che non c’è stato alcun rischio per la salute e sicurezza dei lavoratori presenti sul posto di lavoro. Tutto il personale all’interno delle aree di stabilimento si è portato all’esterno dell’impianto seguendo le normali procedure previste in caso di emergenza.

Share Button