Taranto. Denunciate mamma e figlia: continuavano a riscuotere pensione di un parente ormai defunto

BancomatDal luglio del 2013, periodo nel quale è morto un loro congiunto, continuavano a riscuotere la sua pensione di invalidità, ma sono state scoperte e denunciate dalla Polizia per truffa aggravata.

Si tratta di due donne di Taranto, mamma e figlia, di 70 e 37 anni. Nel corso degli ultimi due anni, durante i quali la più giovane delle due è stata anche arrestata in un blitz antidroga, l’illecita riscossione avveniva mensilmente. Come accertato dagli investigatori, le due donne, ogni inizio mese, con due differenti operazioni bancomat, prelevavano dal conto corrente intestato al parente defunto complessivamente 750 euro.

L’importo corrispondeva quasi interamente alla pensione che l’istituto previdenziale, all’oscuro della scomparsa del titolare della pensione, versava puntualmente sul suo conto bancario. Ieri le due donne, dopo aver fatto gli ennesimi prelievi di inizio mese, sono state fermate e denunciate.