Attentati di Parigi, una famiglia tarantina sul posto: Parigi: “vacanza da incubo, paura e dolore”

attentato-franciaTARANTO – ‘Un viaggio di piacere si è trasformato in una vacanza da incubo. In questo momento ci troviamo a casa di una parente fuori Parigi, in un sobborgo a un quarto d’ora di auto da Saint Denis, ma da quello che ci riferiscono la città è quasi deserta’. E’ la testimonianza di Dante Sebastio, giornalista di Taranto e direttore del sito di informazione sportiva ‘Blunote.it’, in vacanza con la famiglia nella capitale francese. Il suo rientro in Italia è previsto per domani sera, ma non è escluso che possa slittare. ‘C’e’ paura e dolore. Stiamo provando a metterci in contatto con il Consolato italiano, ma il centralino – riferisce Sebastio – è intasato. Sappiamo che il volo Parigi-Milano di stamattina è partito regolarmente, non abbiamo notizie di sospensione dei voli. Noi siamo con Easyjet. Quello che è accaduto è pazzesco, inimmaginabile. Non si può più rimanere inermi di fronte a queste tragedie’. Il giornalista ieri sera era da poco rientrato in albergo quando sono iniziati gli attacchi terroristici. ‘Fortunatamente eravamo già al sicuro, nei pressi di Parigi. Ma la sera prima abbiamo cenato in un ristorante italiano, ‘Amici miei’, che è nei pressi del teatro Bataclan. Ieri mattina abbiamo girato la città, da turisti, per le vie del centro. La quiete è stata poi spezzata da una violenza atroce. Qui a Parigi la gente è arrabbiata e spaventata. La situazione è davvero
preoccupante’. (ANSA).

Share Button