Ergastolano in fuga: proseguono le ricerche

Fabio Perrone, di 42 anni, ergastolano ricercato dopo la fuga con sparatoria all'ospedale 'Vito Fazzi' di Lecce, 6 novembre 2015. ANSA/UFFICIO STAMPA QUESTURA LECCE ++ NO SALES, EDITORIAL USE ONLY ++

Fabio Perrone, di 42 anni, ergastolano ricercato dopo la fuga con sparatoria all’ospedale ‘Vito Fazzi’ di Lecce, 6 novembre 2015. ANSA/UFFICIO STAMPA QUESTURA LECCE ++ NO SALES, EDITORIAL USE ONLY ++

LECCE – Prosegue nel Salento la caccia a Fabio Perrone, il 42enne ergastolano evaso venerdì scorso dall’ospedale Vito Fazzi dove era stato portato per un controllo medico. Alle ricerche partecipano tutte le forze dell’ordine, compresi anche gli istituti di vigilanza privata. La cella in cui era rinchiuso da solo Perrone nel carcere di Lecce è stata perquisita a fondo dagli agenti di polizia penitenziaria, ma da quanto si  saputo non sarebbe emerso nulla di utile alle indagini. Una fuga, quella di Perrone, che viene vissuta con apprensione in tutto il Salento, soprattutto nel campo rom Panareo, tra Lecce e Trepuzzi, dove tutt’ora vivono i parenti del montenegrino ucciso a Trepuzzi in un bar nel marzo del 2014, delitto per il quale Perrone è stato condannato all’ergastolo. I residenti del campo hanno persino organizzato delle ronde; in dieci, a turni di due ore presidiano e controllano l’ingresso.

Share Button