Senise. Arrestati due richiedenti asilo per percosse e minacce

Carabinieri ArrestoFARDELLO (PZ) – I Carabinieri della Compagnia di Senise (PZ) hanno tratto in arresto due coniugi di origine nigeriana accusati di danneggiamento, percosse e minacce. I due, secondo quanto riportato dai militari dell’Arma in un comunicato “avendo disertato autonomamente la partecipazione al corso di lingua Italiana previsto dallo speciale programma di accoglienza per l’integrazione dei migranti sul territorio italiano” avevano visto decurtato l’importo del “pocket money”, ovvero il bonus giornaliero che viene fornito direttamente agli stranieri nei centri di accoglienza.

Ma la riduzione di denaro assegnato loro, ha scatenato una “imprevedibile e violenta reazione da parte della coppia che, in segno di protesta”, dapprima ha danneggiato alcuni arredi del centro di accoglienza e, successivamente, “con violenti spintoni e minacce” hanno costretto gli operatori della società che gestisce la struttura, a rimanere chiusi nei loro uffici per evitare di essere aggrediti.

Il pronto intervento dei Carabinieri ha permesso di riportare la calma e trarre in arresto le due persone che saranno giudicate con rito direttissimo presso il Tribunale di Lagonegro.

Share Button