Figuranti a Potenza. Ancora in prognosi riservata ma il bimbo ferito respira autonomamente

Potenza - Pronto Soccorso Ospedale San CarloPOTENZA – Il bambino di cinque anni rimasto gravemente ferito sabato sera, a Potenza, in contrada “Dragonara”, a causa dello scoppio di un fucile di scena che ha causato la morte di due figuranti, respira da stamani in modo autonomo nel reparto di rianimazione dell’ospedale “San Carlo”.

Il bambino, colpito da una scheggia di ferro che ha lesionato il diaframma, un polmone e il fegato, è stato operato subito dopo l’arrivo in ospedale: uscito dalla sala operatoria è stato trasferito in rianimazione. Stamani, i medici lo hanno staccato dal respiratore: si tratta – si è appresso dall’azienda ospedaliera potentina – di un “passo avanti significativo”, anche se la prognosi resta riservata. (ANSA)

Share Button