Bari, pestato migrante. In Puglia, secondo caso in 24ore

altAncHMFTOYNb1W3yLK6nZuuBZg7I2Ux7g8pxOR2GW3I6mBARI – Lo aggrediscono e tentano di derubargli la merce. La vittima è un migrante, trentenne, gambiano. E’ successo sul lungomare di Bari. Una storia che forse non sarebbe venuta fuori, se non fosse stato per il post di una ragazza che ha segnalato l’accaduto sulla pagina Facebook del sindaco barese Antonio Decaro, pronto ad incontrare, secondo indiscrezioni, la vittima di un episodio purtroppo non isolato. Solo ventiquattrore prima, infatti , nel Salento, a Torre Chianca, due uomini hanno pestato in spiaggia un diciassettenne della Nuova Guinea, tentando poi, secondo il racconto dei presenti, perfino di affogarlo.

“Mi sono venute le lacrime agli occhi a sentire le urla disperate di questo ragazzo – commenta un presente – ho provato pena per lui e orrore per quei ragazzi che hanno compiuto questo atto disumano”. E’ largo Ardua, in zona Madonnella, lo scenario dell’aggressione. Tutto sarebbe nato dal tentativo di due giovani di portar via la merce al venditore ambulante, con la pretesa di non pagare. La vittima, che vende in giro per la città braccialetti e collanine, si sarebbe opposto scatenando la reazione violenta. E’ stato preso a calci e pugni. A salvarlo, l’intervento dei passanti che hanno chiamato Polizia e 118. L’uomo è stato trasportato al pronto soccorso del Policlinico di Bari. Poi, ha chiesto di tornare a casa. “Piangevo e chiedevo perchè – ha dichiarato la vittima alla stampa pugliese, affermando infine “io non lo avrei mai fatto a nessuno.”

Share Button