Tre rapine in meno di un mese, arrestati i responsabili

Rapinatori Matera

 

Due tarantini e un foggiano gli arrestati per le tre rapine consumate, in meno di un mese, tra Matera e la provincia. Sono Andrea Venneri, 21 anni di San Giorgio Ionico, incensurato e, Piervito D’Antona, 36enne di Carosino, elettricista all’Ilva di Taranto con precedenti specifici. In manette anche Valerio Brenvaldi, 23 anni, di Cerignola, già noto anche lui. Queste sono le immagini relative al primo episodio. È il 28 aprile quando alle dieci del mattino, due uomini irrompono negli uffici della Banca Popolare di Bari, in via la Martella a Matera. Inizialmente a volto scoperto e, pistola alla mano, minacciano il cassiere, per giunta ferendolo in volto, e portando via circa 25mila euro.

La scena viene interamente ripresa dalle telecamere di videosorveglianza che poi, assieme ad altri particolari, incastreranno Valerio Brenvaldi. Con lui un complice, identificato ma non arrestato, come deciso dal Gip. Brenvaldi, inizialmente irrintracciabile, è stato trovato nascosto nel cassettone di un letto, a casa sua. Il secondo episodio è quello del 4 maggio, a Marconia di Pisticci, in piazza Elettra. Nella mira la Banca Apulia. Due individui a volto scoperto, uno dei quali armato di pistola, portano via un magro bottino di 150 Euro e qualche assegno non negoziabile. Nessuna impronta. Anche qui solo le immagini registrate dalle telecamere. Sufficienti per vedere che uno dei rapinatori ha un tatuaggio: un pugnale disegnato sul collo. Particolare che incastrerà D’Antona, nonostante si trattasse di un tatuaggio rimovibile, come dimostrano le sue foto pubblicate su Facebook. Con lui c’è Venneri. I due saranno accusati anche del terzo colpo, quello del 28 maggio , alle poste di via Liguria. 3.000 euro il bottino. Ferito anche qui un impiegato. Le indagini sono state portate avanti dagli uomini della Squadra mobile, al comando di Nicola Fucarino e, della Sezione anticrimine della Polizia di matera e dal commissariato di Marconia di Pisticci, coordinato da Gianni Albano. A capo delle indagini sulla rapina alla Banca popolare e alle Poste, il Pm Rosanna De Fraia. E per la rapina a Pisticci, il Pm Annafranca Ventricelli. Le ordinanze di custodia cautelare in carcere sono state emesse dal gip Angela Rosa Nettis.

Share Button