Minacce di morte al sottosegretario Vicari e al governatore Pittella, che smentisce di averle ricevute

Simona Vicari incontra Marcello PittellaROMA – Una lettera con minacce di morte è stata recapitata al sottosegretario allo Sviluppo Economico, Simona Vicari, e al Governatore della Regione Basilicata,  Marcello Pittella. Nella lettera, secondo quanto è stato denunciato ai Carabinieri, un sedicente gruppo di ‘vecchi lucani’ minaccia i due esponenti politici pretendendo la cessazione delle attività riguardanti le estrazione petrolifere in Basilicata e quelle dell’inceneritore ‘Fenice’, nel melfese. (ANSA).

AGGIORNAMENTO DELLE 20.30 – PITTELLA SMENTISCE

“Apprendo da una nota dell’Agenzia Ansa, già ripresa da alcuni organi di informazione, che una lettera con minacce di morte sarebbe stata indirizzata tanto a me, quanto al sottosegretario Simona Vicari”. E’ questo il contenuto di una dichiarazione del presidente della Regione Basilicata diffusa dal suo portavoce il quale specifica che da “accertamenti effettuati  ad horas” dalla Segreteria “che, sino a questa sera, nessuna missiva dal tono intimidatorio nei riguardi della mia persona è stata recapitata presso gli uffici della Regione Basilicata”.

“Se perverrà” precisa Pittella “sarà mia cura consegnarla agli organi inquirenti. E in ogni caso sono intimamente sereno e profondamente determinato a proseguire nell’azione avviata in questo primo anno di governo regionale in difesa degli interessi della comunità lucana, senza temere alcunché. Ho schiena dritta e forza d’animo necessari per fronteggiare chiunque, nascondendosi dietro l’anonimato, pensasse di intimidirmi”.

Share Button