Matera. Tentato furto a un negozio nel centro commerciale “le Botteghe”, arrestati dalla Polizia

Sono stati sorpresi di notte mentre cercavano di sfondare con un martello l’ingresso di un negozio del centro commerciale

Matera - Centro Commerciale Le Botteghe

Matera – Centro Commerciale Le Botteghe

MATERA – Due pregiudicati, Quinto Ivan Giuseppe di anni 42 e Nechita Gabriel Florin di anni 32, sono stati arrestati dalla Polizia di Stato per tentato furto aggravato in concorso tra loro.

Durante la notte, a seguito di una segnalazione telefonica pervenuta al 113, personale della Squadra Volante è stato prontamente inviato al centro commerciale “Le Botteghe” nel rione Piccianello, dove era in atto un tentativo di furto.

Appena giunti sul posto, gli operatori hanno bloccato un uomo che, con il viso travisato da una maglina di cotone nera, stava scavalcando il muro di cinta del centro commerciale, nel chiaro tentativo di darsi alla fuga.

Di seguito il comunicato integrale inviato dalla Questura di Matera

“L’uomo è stato identificato per il suddetto Quinto Ivan Giuseppe, nato a Pisticci ma di fatto domiciliato a Matera, che risulta altresì sottoposto alla misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale di P.S.

I poliziotti si sono poi portati all’interno del centro commerciale, dove hanno trovato il secondo malvivente, Nechita Gabriel Florian, di nazionalità rumena, che era già stato bloccato dalle guardie particolari giurate che assicurano il servizio al centro commerciale.
L’uomo recava in mano un pantalone di tuta grigio. L’aveva utilizzato per coprirsi il viso, hanno riferito i metronotte, mentre con l’altro complice tentava di sfondare a spallate e a calci la porta di ingresso di un negozio.
Dagli accertamenti esperiti, la porta dell’esercizio commerciale, dotata di vetrata antisfondamento, risulta seriamente danneggiata.
I ladri hanno tentato di sfondarla con un martello, come uno dei malviventi ha poi ammesso, rinvenuto nell’aiuola vicina alla porta danneggiata e sequestrato.
I due sono stati arrestati in flagranza di reato e reclusi nella casa circondariale di Matera. Oltre al tentato furto aggravato in concorso, al Quinto è stata contestata anche la violazione degli obblighi derivanti dalla misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale di P.S.”

Share Button