La GdF di Potenza segnala alla Corte dei Conti 4 dirigenti di Enti Pubblici.

GdF MateraPOTENZA – Il Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Potenza, nell’ambito di un’attività di iniziativa finalizzata al controllo, monitoraggio e razionalizzazione della spesa pubblica, ha inoltrato alla locale Procura Regionale della Corte dei conti un’informativa contenente gli estremi di una segnalazione per danno all’erario, pari ad euro 390.083,65 individuando, altresì, per presunte responsabilità patrimoniali, 4 soggetti tra commissari pro-tempore e dirigenti dell’A.T.O. (Ambito Territoriale Ottimale), Ente pubblico Regionale.

Le indagini, sviluppate attraverso riscontri, acquisizione di documentazione, audizioni ed esame normativo, hanno consentito di evidenziare un incongruo utilizzo del pubblico denaro da parte degli amministratori dell’A.T.O. per aver erogato, in contrasto con i dettami legislativi, il rimborso delle spese di trasporto casa-lavoro a favore del Commissario pro- tempore dell’Ente e per aver corrisposto compensi in qualità di dirigente ad un funzionario, transitato da altro Ente locale, non in possesso dei requisiti previsti dalla Legge.

Quest’ultimo, infatti, avrebbe artatamente prodotto documentazione affinché gli venisse riconosciuta la carica dirigenziale all’interno di un altro Ente locale ed in virtù di questa nuova carica transitava presso l’ambito territoriale con tali nuove e presunte qualifiche ottenendo compensi maggiori.

Lo sperpero, inoltre, è stato posto in essere nell’ambito di un ente di fatto posto in liquidazione sin dal 2008 e definitivamente soppresso nel gennaio del 2012.

Continua pertanto, senza tregua, l’impegno e lo sforzo profuso dagli uomini delle Fiamme Gialle potentine nel contrasto allo sperpero delle risorse pubbliche che nei soli primi due mesi dell’anno ha già permesso la segnalazione alla Procura Contabile lucana di danni all’erario per oltre 2,5 milioni di euro.

Share Button