Sequestro di alimenti avariati del Lagonegrese

CARABINIERI_NASOltre 13 tonnellate di alimenti semilavorati di origine vegetale – olive, carciofi, funghi e melanzane in salamoia – “in evidente alterazione organolettica”, sono stati sequestrati dai Carabinieri del Nas in uno stabilimento di trasformazione, lavorazione e confezionamento del Lagonegrese. Gli alimenti, stoccati in oltre cento fusti da 120 chilogrammi, erano stati lasciati da alcuni giorni all’aperto, in un piazzale: i Nas hanno riscontrato “odori sgradevoli, diffusa presenza di muffe e colore torbido del liquido di conservazione”. Se “sottoposti a non consentite procedure di lavaggio – è spiegato in comunicato diffuso dal Nas di Potenza – gli alimenti avrebbero potuto essere immessi a basso prezzo sul mercato delle conserve sott’olio con pericolo per la salute del consumatore”.

Share Button