Matera, ex-Mulino Alvino e immobili a Villa Longo: respinto il ricorso della Cogem

Gli stabili in costruzione in via Dante

Gli stabili in costruzione in via Dante

Ex Mulino Alvino e delocalizzazione dei volumi al rione Villa Longo . “Non vi sono dubbi che il permesso a costruire in deroga è di competenza del Consiglio Comunale”. Si è espresso così il Consiglio di Stato, rigettando la richiesta di sospensiva del Tar da parte del Comune e dell’azienda Cogem interessata a proseguire i lavori di costruzione dell’immobile in via Dante. L’ordinanza aggiunge che c’è anche la condanna al pagamento di chi ha prodotto l’appello, ovvero l’azienda, pari a 1.500 euro. Una sentenza che sostiene la tesi su cui si è basato il ricorso al Tar. I cittadini di Villa Longo e i rappresentanti dell’associazione “Mutamenti a Mezzogiorno” avevano fatto ricorso sostenendo che il terreno scelto per costruire è un’area verde, come previsto da un piano regolatore approvato e che spetta, quindi, al Consiglio comunale cambiare la destinazione d’uso del suolo. Provvedimento confermato dal Tar e dal Consiglio di Stato che ha quindi evidenziato come, al posto dell’assise cittadina, abbiano deciso altri in deroga. Resta da capire il perché la Giunta si sia opposta al ricorso dei cittadini sia dinanzi al Tar che in sede di Consiglio di Stato, non preferendo la discussione del provvedimento in Consiglio Comunale e nonostante gli appelli ad accettare la sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale di alcuni consiglieri come Angelo Cotugno, Angelo Lapolla, Michele Paterino, Ettore Massari e Michele Lamacchia. Adesso bisognerà attendere la sentenza definitiva.

Share Button