Possibile sequestro dell’azienda Conte: tutto pronto per la manifestazione del comitato Terre Joniche

Il volantino di sostegno a Conte

Il volantino di sostegno a Conte

MATERA – Il comitato Terre Joniche solidale con Leonardo Conte, l’imprenditore agricolo che ormai da 9 giorni è in sciopero della fame in piazza Heraclea, a Policoro, dopo aver visto acquistata all’asta la sua azienda, fortemente in crisi, dal suo confinante. Il portavoce Gianni Fabbris, in una conferenza stampa, questa mattina, a Matera, ha annunciato che domani gli agricoltori del Metapontino saranno ancora una volta fuori dai cancelli dell’azienda per chiedere all’ufficiale giudiziario, che questa volta sarà accompagnato dai Carabinieri, di accettare la proposta, già avanzata, di convocare un tavolo di compromesso al quale, oltre agli imprenditori coinvolti e a quelli che vogliono riunirsi in cooperativa per acquisire l’azienda, possano sedere anche tutti coloro, e sono tanti, che hanno dato sostegno a Conte, dal governatore lucano Pittella al sindaco e al vescovo di Tursi, Labriola e monsignor Nolé. “Se questo non dovesse accadere – ha dichiarato Fabbris – il caso diventerà nazionale e ci adopereremo per una campagna contro l’atto di sciacallaggio messo in atto da questo imprenditore”. Fabbris, inoltre, ha annunciato che mercoledì mattina alle ore 10, nella sala consiliare del Comune di Bernalda, il comitato incontrerà il presidente della Regione, Pittella, per discutere le proposte di erogazione dei fondi a sostegno delle aziende e degli imprenditori colpiti dalle alluvioni degli scorsi mesi, e misure di prevenzione per scongiurare ulteriori e futuri danni, e che ad ottobre Terre Joniche aderirà ad una riunione dei comuni italiani alluvionati, prevista in provincia di Savona, per elaborare quattro proposte sintetiche da consegnare al Governo nazionale.

Share Button