Hockey su Pista, il materano Tataranni sul tetto d’Europa con l’Italia…per lui vietato esultare.

Pattinomania MateraMatera – Con i suoi 4 gol rifilati alla Svizzera in occasione della gara d’esordio, aveva favorito l’avvio straripante dell’Italia ai campionati europei di hockey su pista in programma al Alcobendas in Spagna;sabato la sua doppietta personale ha permesso di ribaltare il risultato con la Francia e di vincere per 5-4 una sfida al cardiopalma, successivamente il pareggio per 6-6 tra Spagna e Portogallo, ha portato l’Italia sul tetto d’Europa. Stiamo parlando del materano Massimo Tataranni, tra i protagonisti del ritorno al successo della nazionale azzurra, capace di rompere il dominio della Spagna, vincitrice delle ultime 7 edizioni della kermesse. L’Italia, pur se doveva attendere il risultato dell’ultimo match per capire se accontentarsi di un argento o conquistare il primo posto, aveva già vinto un altro oro, seppure simbolico: ha riavvicinato gli appassionati di hockey alla nazionale. L’Italia non ha potuto dunque festeggiare al termine del match contro la Francia, dovendo attendere il finale della gara tutta iberica. Ed alla festa incredibilmente non ha potuto prendere parte il materano Massimo Tataranni: in un clima reso incandescente dall’ostilità del pubblico spagnolo, la polizia locale ha pensato bene di arrestarlo, dopo averlo malmenato al pari di altri italiani presenti al suo fianco che hanno tentato di difenderlo. La loro colpa, si legge sul sito hockeypista.it: avere festeggiato la vittoria del titolo europeo. La cosa, come confermato dai presenti, non è piaciuta a un poliziotto in borghese che ha iniziato ad aggredire il bomber materano; in suo aiuto sono intervenuti altri colleghi, sempre in borghese, scatenando una vera e propria rissa. La polizia locale ha portato poi Tataranni in commissariato. Molti testimoni, tra i quali numerosi atleti protagonisti dell’europeo, concordano nel dire che l’atleta italiano non ha fatto nulla. Trasferito al commissariato, Tataranni, senza aver avuto assolutamente modo di contattare i familiari, è stato trattenuto dalla Polizia Nazionale in stato di fermo fino all’ordine di scarcerazione emesso dal giudice. Qualcosa che ha dell’incredibile: oltre a FIHP, sono stati informati Ministero degli Esteri e Ambasciata Italiana. In Spagna è vietato dunque esultare…se questo è lo sport, è meglio starsene comodamente a casa e ringraziare il gentil popolo iberico.

Share Button