Allevatori uccisi tra Gorgoglione e Cirigliano. Oggi i funerali

Rilievi dei Carabinieri a GorgoglioneMATERA – Nella giornata di sabato presso l’ospedale Madonna delle Grazie di Matera sono state effettuate le autopsie sui cadaveri dei due allevatori uccisi due giorni fa nel territorio di Stigliano (Matera), al confine con Cirigliano.

Secondo quanto si è appreso, le prime informazioni sugli accertamenti autoptici confermerebbero la dinamica apparsa chiara fin dai momenti successivi al duplice omicidio. Giovanni Lauria, di 34 anni, e il nipote Giuseppe De Rosa, di 27, sono stati uccisi da quattro colpi sparati da un fucile calibro 12 in uso al cognato di Lauria, Antonio Saponara, di 42 anni, detenuto in carcere a Matera con l’accusa di omicidio plurimo aggravato e premeditato.

Il delitto sarebbe scaturito al termine di una serie di liti per questioni famigliari e di proprietà di alcuni terreni. L’autopsia è stata condotta dall’anatomopatologo Michele De Fazio dell’Università che adesso ha a disposizione 60 giorni per consegnare la perizia.

I quattro colpi hanno attinto le due vittime nella parte alta del corpo, al viso e al torace: Lauria avrebbe cercato di difendersi, alzando il braccio, mentre De Rosa sarebbe stato colpito dai bossoli in uscita dal corpo dello zio e dalla “rosa dei pallini”.

Il pm che coordina le indagini, Anna Franca Ventricelli, ha inoltre disposto che la perizia balistica venga effettuata da due esperti, i fratelli Vincenzo e Fernando Mancino.

Share Button