Caporalato. Vasta operazione a Metaponto dell’Ispettorato del lavoro: extracomunitari anche gli sfruttatori

L’operazione congiunta di Carabinieri e Direzione del lavoro di Matera smaschera un cittadino extracomunitario che sfruttava cittadini di medesima provenienza.

CaporalatoMETAPONTO – Il Direttore della Direzione Territoriale del Lavoro di Matera informa che oggi a Metaponto, in agro di Bernalda, ispettori del lavoro e Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro insieme ai militari del Comando Stazione dei Carabinieri di Metaponto, hanno portato a termine una rilevante operazione che testimonia come non solo sia pienamente in vita il fenomeno dell’intermediazione di manovalanza in agricoltura ma che tale sfruttamento sia commesso dagli stessi extracomunitari a danno dei cittadini della medesima provenienza.

Infatti, a conclusione di un concordato servizio finalizzato alla repressione del fenomeno del “caporalato”, funzionari ispettivi e Carabinieri procedevano a denunciare alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Matera un cittadino extracomunitario residente a Metaponto censurato, identificato mediante conoscenza diretta e in possesso di regolare permesso di soggiorno, in quanto ritenuto responsabile del reato d’intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro previsto dall’art. 603 bis del c.p.

Le Indagini scaturivano a seguito di varie denunce nei confronti del citato extracomunitario presentate da alcuni lavoratori extracomunitari. Questi lamentavano che il “caporale” non avesse provveduto a corrispondere in loro favore la retribuzione pattuita malgrado l’impresa utilizzatrice avesse già anticipato nei riguardi dell’intermediario le somme illecitamente concordate.

Share Button