- trmtv - http://www.trmtv.it/home -

Sigilli in una vasta area dello stabilimento Ila Valdadige di Matera: smaltivano rifiuti speciali

ValdadigeMATERA – Il personale del Comando Stazione Forestale di Matera, unitamente al N.I.P.A.F. del Comando Provinciale C.F.S. di Matera ha accertato uno smaltimento illecito di rifiuti speciali non pericolosi provenienti dal ciclo di lavorazione di un’azienda, dedita ad attività di produzione concernente la realizzazione di travetti in cemento armato e mattoni laterizi, in agro di Matera.

Nel comunicato inviato dal Comando del Corpo Forestale dello Stato, non è specificato di quale azienda si tratti. Ma secondo nostre fonti attendibili si tratterebbe proprio dello stabilimento della Ila Laterizi, già nell’occhio del ciclone in queste ultime settimane per la vicenda della combustione del Per-Coke.

Il sequestro, disposto dal GIP del Tribunale di Matera sarebbe di tipo preventivo.

Nel corso degli accertamenti è emerso che lo smaltimento illecito avveniva mediante il tombamento di rifiuti provenienti dall’attività di produzione della medesima azienda, nonché attraverso numerosi depositi incontrollati di rifiuti sul suolo. Si è appurato, inoltre, che lo stabilimento era sottoposto ad A.I.A., di conseguenza il personale del Comando Stazione del C.F.S. di Matera si è avvalso dell’ausilio dell’A.R.P.A.B. al fine di eseguire le analisi di rito. In seguito si è proceduto da parte della P.G. operante al sequestro, successivamente convalidato dal G.I.P., di tre distinte aree, per una superficie complessiva di circa mq. 4000, in cui si erano rinvenuti i depositi incontrollati dei rifiuti speciali.

Tre le persone deferite all’Autorità Giudiziaria.

Seguono aggiornamenti

Share Button