Appalti truccati. Il sindaco di Potenza dispone indagine interna

Comune di PotenzaPOTENZA – Il sindaco Vito Santarsiero, ha chiesto al segretario generale del Comune di avviare un’indagine interna dopo l’operazione “Vento del Sud” della Polizia sugli appalti truccati, che oggi ha portato ad alcuni arresti, fra i quali quelli di un consigliere comunale (per funzioni tecniche svolte in altro municipio) e di un dirigente dell’ente.

Santarsiero – attraverso l’ufficio stampa del Comune, ha espresso “estrema fiducia nell’operato della Magistratura. Ben vengano indagini tese a fare emergere ogni forma di distorsione e corruzione nell’ambito della Pubblica amministrazione. E’ evidente che le norme, anche laddove consentono semplificazione amministrativa, non possono essere utilizzate per altri obiettivi e comunque si deve sempre garantire trasparenza e partecipazione. Il Comune di Potenza ha appaltato circa 200 milioni di euro con procedure ad evidenza pubblica senza registrare contenziosi di alcun tipo. L’azione volta a garantire la massima concorrenzialità e partecipazione anche per lavori di importo contenuto – ha concluso il sindaco – aveva già portato la giunta ad approvare un apposito atto di indirizzo teso a disciplinare l’affidamento anche per lavori di importo inferiore ad un milione di euro”.

Share Button