Crollo a Matera. Il conto corrente per la solidarietà alle famiglie di Vico Piave

Conto Corrente SfollatiMATERA – Un conto corrente per raccogliere fondi a favore della cinquantina di famiglie coinvolte nel crollo della palazzina vico Piave, a Matera, lo scorso 11 gennaio – in cui è morta una donna – è stato attivato dalla Caritas della Diocesi della città lucana, in collaborazione con la Caritas nazionale e l’amministrazione comunale.

Stamani, a Matera, i dettagli dell’iniziativa sono stati illustrati in una conferenza stampa dalla responsabile della Caritas materana, Anna Maria Cammisa, e dal sindaco, Salvatore Adduce.

Sul conto corrente della Banca Popolare del Mezzogiorno (la causale è “Caritas solidarietà crollo vico Piave”) sono stati già versati cinquemila euro stanziati dalla stessa banca e mille dalla Diocesi di Matera.

Durante l’incontro con i giornalisti è stato poi annunciato che la Caritas raccoglierà risorse anche domenica prossima, durante l’incontro di serie A2 di pallavolo maschile tra la Coserplast Matera e l”It@ly’ Milano.

Nei prossimi giorni saranno inoltre attivate altre iniziative di solidarietà: ad esempio, il sindaco è in contatto con alcune compagnie telefoniche per avviare una raccolta fondi attraverso il servizio sms così come già avvenuto per altri disastri.

Adduce ha reso noto anche che l’amministrazione comunale è al lavoro per definire la sistemazione delle famiglie che hanno perso la casa o che, al momento, in via precauzionale, non possono far rientro nella propria abitazione che si trova nei pressi della palazzina crollata.

In questi giorni, intanto, su Facebook è nato il gruppo ‘Vico Piave’ dove diversi cittadini, non solo materani, stanno offrendo aiuti concreti a favore delle famiglie: un negozio di ottica ha annunciato di regalare occhiali a chi li ha persi o distrutti a causa del crollo.

ARCIDIOCESI MATERA-IRSINA

IBA: IT 15B052561610 000000 1006699

CAUSALE: “CARITAS SOLIDARIETA’ CROLLO VICO PIAVE”

Share Button