Allerta meteo. Avvisi dei sindaci di Matera, Pisticci, Policoro. Fiumi a rischio

La Riunione di Coordinamento Protezione Civile in Prefettura

La Riunione di Coordinamento Protezione Civile in Prefettura

MATERA – Allerta meteo anche in Basilicata e in particolare sulla fascia jonica, dove, come nel resto del Sud, il peggioramento delle condizioni meteorologiche è previsto dal pomeriggio di oggi e per le successive 24-48 ore.

Nella prefettura di Matera si è è svolta una assai partecipata riunione di coordinamento convocata dal prefetto Luigi Pizzi.

Allo scopo, pertanto, di predisporre tutte le misure di prevenzione e, eventualmente, di soccorso alla popolazione, è stato stabilito, in primo luogo, che, già dalle prime ore della giornata di sabato, vengano insediati dai Comuni, per far fronte a rischi di tipo idraulico o idrogeologico, i Centri Operativi Comunali (C.O.C.), onde poter assicurare il necessario presidio e monitoraggio di ogni criticità.

Si è, altresì, convenuto che i Sindaci provvedano a informare la popolazione sui comportamenti corretti da tenere in emergenza, come, ad esempio, evitare di soggiornare in locali interrati, di effettuare spostamenti su strada, se non indispensabili e, soprattutto, evitare di percorrere strade interpoderali.

L’Assessore Braia, dal canto suo, ha fatto presente che se dovessero delinearsi scenari emergenziali, saranno immediatamente attivati costanti canali di comunicazione con il Dipartimento Nazionale della Protezione Civile e la Prefettura di Matera.

Inoltre, in caso di criticità idrogeologica, saranno diramati, ogni ora circa, bollettini concernenti l’aggiornamento delle criticità dei bacini idrografici e il livello idrometrico dei principali corsi d’acqua; notizie, queste, che potranno essere attinte anche direttamente dal sito web della Regione. Inoltre, l’Assessore ha anche assicurato che sono state già preallertate tutte le associazioni di volontariato presenti sul territorio.

L’Amministrazione Provinciale e l’A.N.A.S., per la rete viaria di rispettiva competenza, hanno assicurato che tutte le loro squadre di pronto intervento sono state preallertate e, pertanto, si renderanno rapidamente operative.

Anche il Consorzio di Bonifica di Bradano e Metaponto ha garantito il presidio H24 sulla totalità delle idrovore presenti sul territorio, assicurando di aver allertato tutte le squadre di pronto intervento del Consorzio.

Analoga assicurazione è stata fornita dagli enti gestori dei servizi pubblici essenziali (Acquedotto Lucano, Enel e Telecom) che hanno garantito l’immediatezza e la prontezza della loro risposta operativa in situazioni di criticità e una reperibilità costante H24 di tutti i loro operatori.

Il Consorzio di Bonifica, nella sua qualità di gestore della Diga di San Giuliano, e l’Ente Irrigazione, ente gestore per le Dighe di Camastra, Acerenza, Monte Cotugno e Pertusillo, hanno rappresentato che tutti gli invasi di rispettiva competenza, sono abbondantemente al di sotto della quota di massimo sfioro, e, quindi, in grado di fronteggiare anche incrementi idropluviometrici copiosi.

I responsabili provinciali delle Forze di Polizia hanno, dal canto loro, assicurato il presidio e il monitoraggio costante del territorio, attraverso il rafforzamento dei servizi di vigilanza e di controllo sia della viabilità che del territorio in genere, che verrà effettuato, sin dalle prime ore della giornata di domani 30 novembre corrente, mediante l’incremento degli uomini e dei mezzi. Specifici servizi saranno garantiti dal personale della Polizia Stradali e dai militari dell’Arma dei Carabinieri, stante la particolare capillarità della diffusione dei Comandi dell’Arma nell’ambito della provincia.

I Sindaci intervenuti alla riunione hanno assicurato, inoltre, la vigilanza costante di tutte le situazioni esposte a rischio sui loro territori e che nella giornata di domani procederanno a convocare i Centri Operativi Comunali, dandone comunicazione alla Prefettura.

Il sindaco della città dei Sassi, Salvatore Adduce, ha consigliato alla cittadinanza “di non mettersi in viaggio ed in ogni caso utilizzare esclusivamente la viabilità principale evitando tratturi e strade di campagna”.

Simile iniziativa è stata presa da Vito Di Trani, sindaco di Pisticci, uno dei Comuni del Metapontino, l’area jonica della Basilicata a rischio nubifragio e già colpita dall’alluvione dello scorso 7 ottobre.

Di Trani ha invitato i cittadini ad “adottare tutte le misure di autoprotezione”, evitando ad esempio “di transitare nei pressi di aree già sottoposte ad allagamento o esondazione, frane e smottamenti di terreno” e a “evitare l’uso dell’automobile se non in caso di necessità e rimanere preferibilmente a casa”.

Il Centralino del Comune di Policoro sarà attivo h24 per tutto il prossimo weekend: ad annunciarlo l’Amministrazione Comunale che ha istituito nella giornata odierna il C.O.C. – Comitato Operativo Comunale – al fine di fronteggiare l’allerta meteo preannunciata nei giorni scorsi che si abbatterà nelle prossime ore lungo tutta la costa metapontina.

Il Sindaco Rocco Leone invita la cittadinanza a chiamare il centralino del Comune 0835.9019111, per eventuali situazioni di difficoltà, e ad adottare le misure preventive atte a scongiurare situazioni di pericolo ed incolumità.

Riassumiamo i consigli da adottare:

  • non uscire di casa se non per estrema necessità;
  • non transitare con la propria auto nei sottopassi;
  • lasciare le auto in luoghi sicuri;
  • non sostare in seminterrati
  • non fermarsi vicini ai corsi d’acqua che potrebbero subire piene improvvise;
  • seguire costantemente gli aggiornamenti meteo;
  • porre delle paratie a protezione dei locali situati al piano strada;
  • chiudere o bloccare le porte di cantine e seminterrati ed evitare di stazionare negli stessi.

Nel pomeriggio anche la prefettura di Potenza ha inoltrato l’avviso di avverse condizioni meteorologiche diramato dal Dipartimento di Protezione civile.

Resta ”elevato” il ”livello di criticità” anche per i fiumi della Basilicata. L’avviso di criticità idrogeologica è stato diramato dalla Regione  in seguito all’allerta della Protezione civile. In particolare l’elevato livello di criticità riguarda i bacini Basento-Bradano e Agri-Sinni, mentre è ”moderato” per il bacino dell’Ofanto.

Qui i consigli della protezione civile in caso di alluvione. Per restare aggiornati consigliamo i canali social di TRM network:  Facebook e Twitter

I Consigli del “Disaster Manager Regione Basilicata” Pio Acito

Share Button