Emergenza Metapontino. Allagamenti in diversi comuni, crolli a Marconia e Bernalda, strade bloccate

Foto Luca Malvasi - Piazza Elettra Marconia

Foto Luca Malvasi – Piazza Elettra Marconia

Cosa fare “rischio meteo-idrogeologico ed idraulico” (Protezione Civile)

Le strade Basentana e 106 bloccate per diverse ore come la provinciale 175, tutte riaperte al transito tranne la Basentana ancora chiusa all’altezza del bivio per Bernalda.

Si è tranciato l’adduttore del Sinni di diametro 3 metri in agro di Marconia di proprietà del EIPLI. Dalle ore 6,00 squadre di operai saranno già al lavoro per il ripristino.

Intorno alla mezzanotte le precipitazioni si sono fatte meno intense. La conta dei danni in giornata.

Stanno lavorando ancora in queste ore gli uomini del Corpo Forestale dello Stato insieme a squadre dei Vigili del Fuoco di Matera e Potenza e volontari della Protezione Civile.

Impegnati anche i tecnici ed i sindaci dei comuni interessati da Pisticci a Scanzano ed il commissario prefettizio di Bernalda Camerini nella “doppia veste” di commissario e rappresentante della prefettura insieme al dott. Laguardia.

Si teme la persistenza di condizioni di tempo instabile in particolare sulle zone ioniche delle regioni meridionali. E le popolazioni dei centri jonici nel materano sono con il fiato sospeso e lo sguardo al cielo. Come nella notte appena trascorsa.

Purtroppo sulla base delle previsioni disponibili e di concerto con le Regioni coinvolte, (cui spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati), il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un nuovo avviso di condizioni meteorologiche avverse.

L’avviso prevede dalle prime ore di oggi, martedì 8 ottobre, ancora precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale su Calabria, settori ionici della Basilicata, Sicilia – specialmente sui settori orientali – e Puglia, in particolare sulle zone meridionali.

I fenomeni daranno luogo a locali grandinate, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

La situazione più difficile, secondo le segnalazioni di diversi utenti, si è avuta nei centri di Bernalda, Marconia, Pisticci come testimoniato da foto e filmati diffusi nel social network diverse strade sarebbero ancora impraticabili.

Le precipitazioni sono in attenuazione, ma la grande quantità di acqua caduta ininterrottamente dal pomeriggio continua a riversarsi lungo le strade. Alcune aree di campagna risultano isolate.

Gianni Fabbris del Comitato difesa terre ioniche riferische “Quello che sta accadendo in queste ore nelle campagne del Metapontino a cavallo fra Puglia e Basilicata è completamente diverso dall’esondazione determinata soprattutto da un’ondata di piena che portava l’acqua da monte (dove aveva molto piovuto riempendo le dighe) verso valle dove una serie di concause (ponte sulla Jonica, canali ostruiti, pompe che non funzionavano, scirocco che ributtava l’acqua nei fiumi) determinò un effetto terribile.

Qui siamo ad una pioggia continua e localizzata nel tratto verso la foce che provoca molti danni soprattutto nei centro storici e nelle strade. Bernalda è isolata nel tratto verso la Basentana, Marconia e Pisticci con frane e grandi problemi a scantinati e viabilità, Ginosa, Laterza e Castellaneta con problemi analoghi nei centri storici.

L’acqua, comunque, ora sta esondando nel tratto di fiume Bradano e Basento dove gli argini non ci sono o dove non sono stati ripristinati.
In particolare nel tratto di sinistra del fiume. Le aziende di Rosario Terzi, Di Grottole, Faliero, Esposito e le altre intorno fino a Serramarina sono a rischio”

Il comitato terre joniche intanto prepara un’assemblea per fare il punto sulla nuova ondata di piogge e di disastri nelle aree  fra il tarantino e il materano e per fare  la conta dei danni.

Bernalda

Tra i centri maggiormente colpiti in queste ore di intense precipitazioni. Crollato un ponte dentro l’abitato, e una parte del muro di cinta dello stadio, crollata una delle due strade d’accesso alla città. Così riferisce Katya Madio: “Basentana inagibile. Ss7 Marconia Bernalda inagibile. Ss 175 Matera – Metaponto impraticabile. Crollata strada per Madonna degli Angeli. Ponte Viale Zaccagnini inaccessibile. Vecchia strada di accesso a Bernalda interrotta”

Soccorsi grazie all’allarme lanciato da Ernesto Porcelli su Facebook anche un gruppo di adulti e bambini che stavano festeggiando un compleanno: “Aiutateci abbiamo bisogno di soccorso !!!! Abbiamo le macchine sott’acqua e 3 case allagate … I soccorsi tardano ad arrivare ! Ci sono 10 bambini per una festa di compleanno … Fatela girare !!! Siamo nei pressi della stazione di Bernalda. Ragazzi non possono raggiungerci a causa di due metri d’acqua sotto il cavalcavia …stiamo  tutti bene , speriamo solo che il Signore decida di far smettere di piovere!!!”

Marconia

Sotto le “bombe d’acqua” sono uscite fuori strada quattro autovetture in una curva sulla provinciale Pisticci-San Basilio. Chiuse le strade in ingresso e in uscita da Marconia. Scatta la solidarietà sotto la forma delle condivisioni, che hanno unito le popolazioni lucane nei momenti di crisi. Segnaliamo il messaggio di Cosimo Nobile: ”Avviso importante per tutti: per chiunque abbia bisogno di materiale isolante o di qualsiasi altro utensile ha straordinariamente aperto la Ferramenta Lalinga!!! Viale Onterio Marconia!!!”