Domenico Lorusso, il lucano accoltellato in Germania. Sul suo YouTube un video per Elisa Claps

Domenico Lorusso

Domenico Lorusso

POTENZA – Domenico Lorusso, l’ingegnere potentino ucciso a Monaco di Baviera, in Germania, “era perfettamente integrato a livello sociale e lavorativo per una società che costruisce aerei”: lo ha evidenziato la famiglia che ha chiesto “il silenzio e la preghiera in questo momento difficile che ha visto la perdita del caro Domenico in seguito a quattro coltellate inflitte da un balordo in un noto parco” della città tedesca.

La famiglia Lorusso inoltre ha detto di considerare “come uniche versioni attendibili le dichiarazioni rilasciate italiano dal Console italiano all’ANSA e non veritiere altre ricostruzioni circolate in queste ore”.

In un ricordo, i parenti hanno spiegato che “Domenico trasferitosi in Germania per scelta personale, si era laureato in ingegneria informatica a Roma e dopo aver completato la sua formazione con altre esperienze all’estero a Liverpool e New York aveva quindi deciso di trasferirsi in Germania paese nel quale si era perfettamente integrato a livello sociale e lavorativo”.

A Potenza, invece, “Domenico era attivo sin da piccolo nella Parrocchia San Giovanni Bosco di Potenza: non ha mai dimenticato le sue radici, conservando un attaccamento ai valori che lo hanno visto crescere e formarsi attivamente nei Salesiani, come animatore e coordinatore degli Amici Domenico Savio e come volontario del Vis (volontariato internazionale per lo sviluppo) in Madagascar”.

Sul suo canale YouTube personale, Domenico, aveva pubblicato il video di un concerto di musica gospel, con una intensa preghiera cantata e dedicata ad Elisa Claps.

Intanto è comprensibilmente ancora in stato di shock la fidanzata di Domenico Lorusso. La donna, anche lei italiana, 28 anni, ha assistito all’omicidio del compagno, intervenuto in sua difesa dopo che il balordo le aveva sputato addosso.

A Monaco é arrivato un fratello di Domenico, per le procedure relative al trasporto della salma, che dovrà rientrare in Italia.

Lorusso, ingegnere in una società aeroportuale, era residente a Monaco da due anni. Martedì sera intorno alle 22 ha incrociato – mentre era in bicicletta con la fidanzata lungo il fiume Isar nel capoluogo bavarese – un uomo sui 35 anni che adesso viene ricercato dalla polizia. L’aggressore ha sputato contro la ragazza, e quando Domenico ha chiesto un chiarimento del gesto oltraggioso, è scoppiata una lite finita col delitto.

Share Button