Tante ambulanze un solo lavaggio: 16 denunce in Basilicata

Matera. Considerati responsabili di uno “spreco di denaro pubblico” e di un danno erariale pari ad oltre 100 mila euro – poiché le ambulanze del 118 hanno percorso anche fino a 400 chilometri per raggiungere l’unica “postazione di sanificazione” realizzata in Basilicata – 16 fra direttori generali e dirigenti amministrativi di aziende sanitarie di Potenza e di Matera sono stati segnalati alla Corte dei Conti dalla Guardia di Finanza. Le indagini hanno accertato che le ambulanze del 118, provenienti da 36 presidi di soccorso operanti in Basilicata, venivano “sanificate” solo in un’azienda di autolavaggio di Sant’Arcangelo (Potenza), paese raggiunto anche dai luoghi più lontani della Basilicata. Appunto, le ambulanze hanno percorso “anche fino a 400 chilometri ‘solo'” per arrivare a Sant’Arcangelo. Tutto ciò “con intuibili diseconomie gestionali – hanno spiegato i militari delle fiamme gialle – quali chilometraggi ingenti, costi rilevanti di carburante, usura consistente dei mezzi, spese elevate di missione e, particolare non secondario, indisponibilità del mezzo, sottraendolo alle altre emergenze sanitarie”. I dirigenti sanitari segnalati alla Corte dei Conti sono proprio ritenuti responsabili di non aver attivato “altre ‘postazioni di sanificazione’ come, peraltro, appositamente previsto da una specifica legge regionale”. (ANSA).

Share Button