Firema, finanziaria non affidabile

POTENZA – La finanziaria tedesca che avrebbe dovuto acquisire la “Firema”. gruppo metalmeccanico del settore dei trasporti, ammesso nel 2010 alla procedura di amministrazione straordinaria, è stata ritenuta “non affidabile” e per questo è stata decisa la riapertura del bando, con scadenza a metà dicembre. Lo hanno reso noto i segretari lucani di Fiom, Fim e Uilm, Emanuele De Nicola, Vincenzo Tortorelli e Salvatore Troiano, al termine di un incontro che si è svolto a Roma. Sono 490 i lavoratori del gruppo, che ha sedi in Basilicata, Lombardia, Campania e Umbria: i sindacati, che hanno “stigmatizzato l’assenza delle istituzioni lucane alla riunione”. hanno evidenziato la necessità di “accelerare i tempi di chiusura della vertenza, per tutelare le commesse e le professionalità” e, se possibile, “di optare per un acquirente italiano”, chiedendo poi al governo di “presentare una strategia nazionale per i trasporti”.

Share Button