Commercianti e ristoratori materani in protesta il 2 luglio contro la Tarsu

Un bar del centro storico di Matera

MATERA – I servizi igienici delle attività commerciali e alimentari di Matera resteranno chiusi nella giornata del 2 luglio, durante le celebrazioni della Festa della Bruna. La decisione dei titolari è arrivata ieri, 19 giugno, al termine di un’assemblea convocata da Confcommercio e Confesercenti, come atto culminante di una giornata di protesta sindacale, per indurre l’amministrazione comunale a sospendere la proposta della Giunta riguardante la rimodulazione della tassa sui rifiuti per l’anno 2012 che, in alcuni casi, supera il 300% di aumento rispetto all’anno precedente.

I commercianti, in una nota congiunta delle due associazioni di categoria, chiedono al Sindaco di convocare un apposito tavolo tecnico che congeli la proposta per quest’anno e, nel passaggio da “tassa” a “tariffa” previsto per il 2013, tenga in debita considerazione alcuni fattori che porterebbero l’amministrazione addirittura a recuperare preziose entrate che ridurrebbero i costi del servizio di raccolta e smaltimento. I commercianti interessati dagli aumenti, bar, ristoranti, pizzerie, ortofrutta, alimentari e supermercati affiggeranno, a partire dalla prossime ore, l’allegata locandina contenente spiegazioni ai disagi che potrebbero essere causati alla clientela e ai numerosi turisti nella giornata del 2 luglio.

Share Button