Caso Pepe, le decisioni della commissione disciplinare

La Commissione comunale disciplinare, dopo aver sentito la Giunta comunale, ha disposto, nei confronti dei dipendenti comunali Franco Pepe, Cesare Rizzi, Vincenzo Scandiffio e Nicola Colucci destinatari di misure ristrettive della libertà personale emesse dall’Autorità giudiziaria il 17 gennaio scorso, due provvedimenti disciplinari, uno a carattere obbligatorio, l’altro di tipo facoltativo. Lo rende noto il sindaco di Matera, Salvatore Adduce, a cui il presidente dell’organismo collegiale, Antonio Fasanella, ha trasmesso le decisioni adottate. In particolare, con il primo provvedimento di tipo obbligatorio la commissione disciplinare ha disposto nei confronti dei quattro dipendenti comunali, la sospensione dal servizio, con sospensione degli incarichi dirigenziali e privazione della retribuzione, per tutta la durata dello stato di restrizione della libertà. Con il secondo provvedimento adottato dalla commissione i quattro dipendenti vengono sospesi dal servizio, con sospensione dagli incarichi dirigenziali, e privazione della retribuzione, senza soluzione di continuità rispetto al provvedimento di sospensione obbligatoria, fino al termine del procedimento disciplinare avviato con le due disposizioni, sempre che non siano adottati nuovi e diversi provvedimenti a carico dei lavoratori.

Share Button