Omicidio Fontana: in Tribunale a Matera il dibattimento

Il Tribunale di Matera

MATERA – Questa mattina, al Tribunale di Matera, il dibattimento del processo a Paolo Chieco per l’omicidio della ex-convivente, Anna Rosa Fontana, uccisa a coltellate sotto casa di sua madre, in via Lucana, la sera del 7 dicembre 2010. Chieco, che tramite il suo avvocato, Michele Scalcione, ha chiesto e ottenuto il rito abbreviato, è accusato di omicidio volontario pluriaggravato. Per questo reato, il pubblico ministero Alessandra Susca ha chiesto al gup Rosa Bia la condanna a 30 anni di reclusione per il 54enne. Nel corso dell’udienza, si sono associati alla richiesta dell’accusa i difensori dei familiari della vittima, parte civile nel processo, gli avvocati Carmine Ruggi e Pierluigi Diso, che hanno parlato complessivamente per circa un’ora ricordando “l’efferatezza del delitto”. Non sono bastate due ore per il difensore dell’omicida, l’avvocato Michele Scalcione per attenuare il peso delle accuse. Completerà l’arringa nell’udienza del 28 febbraio, non escludendo la presentazione di ulteriore documentazione.