Avvenimenti del 2011 in Basilicata

E’ sicuramente la cronaca a scandire il 2011 in Basilicata, tanto nel Materano quanto nel Potentino. L’alluvione del primo marzo da un lato e gli sviluppi del caso Claps dall’altro, infatti, sono i temi di cui più continuativamente si è discusso. Ma non sono gli unici. 5 gennaio: nella conferenza stampa di inizio anno del Presidente della Regione, Vito De Filippo dichiara: “senza accordo sul petrolio tra Stato e Regione – annuncia – non ci sarà il raddoppio del Centro oli di Viggiano”. 13 gennaio: a Policoro vengono arrestate 13 persone per tangenti; tra queste vi è anche il sindaco, Nicola Lopatriello. 19 gennaio: Olimpia Orioli, madre di Luca, scrive a Clio Napolitano, affinché “venga restituita la verità” sul giallo dei “fidanzatini di Policoro”. 27 gennaio: a Policoro un operaio muore mentre è al lavoro sulla linea jonica delle Ferrovie dello Stato. 3 febbraio: si firma la “Carta di Matera”, il manifesto programmatico della Cia, la Confederazione italiana agricoltori. 24 febbraio: con una rogatoria internazionale, la magistratura di Salerno acquisisce il dna di Danilo Restivo, detenuto in Inghilterra per l’omicidio della sarta Heather Barnett e indagato per quello di Elisa Claps. 1 marzo: è il terribile giorno dell’ alluvione nel Materano e nel Metapontino. Cede un pilone del viadotto “Calciano due” sulla Basentana, nei pressi di Tricarico; gravissimi i disagi per la circolazione automobilistica e ferroviaria. Il giorno successivo si cominciano a quantificare i danni, De Filippo chiede il sostegno del Governo per affrontare l’emergenza. Il 3 marzo migliorano le condizioni climatiche, ma nel Metapontino arriva l’Esercito per aiutare la popolazione e le imprese colpite dall’alluvione. Il 9 marzo, invece, è il giorno che segna la svolta nelle indagini sulla povera Elisa Claps: sulla maglia da lei indossata il 12 settembre 1993 i Ris rilevano tracce del dna di Restivo. 10 marzo: il Consiglio dei Ministri dichiara lo stato d’emergenza nelle zone della Basilicata colpite dall’alluvione del 1° marzo. 30 marzo: a Palazzo San Gervasio si lavora per realizzare una tendopoli che ospiterà circa 500 persone giunte a Lampedusa dall’Africa. 2 aprile: nella tendopoli arrivano, a bordo di dieci pullman, circa 500 immigrati; occorrerà aspettare il 16 aprile per la consegna dei primi 130 permessi. Il 22 dello stesso mese, per decisione del Ministero dell’Interno, la tendopoli viene trasformata in Centro di identificazione ed espulsione. 23 aprile: nel ponte di Pasqua a Matera si registra il tutto esaurito in alberghi e ristoranti. Il 9 maggio, il sindaco, Salvatore Adduce, annuncia che la città si candiderà come Capitale europea per la Cultura 2019. 13 maggio: la Procura di Salerno chiude le indagini preliminari per l’omicidio Claps. Restivo è l’unico indagato con l’accusa di omicidio volontario pluriaggravato. 26 maggio: De Filippo chiede al Ministro per lo Sviluppo economico, Paolo Romani, un accordo di programma per il Polo del Salotto nelle province di Matera, Bari e Taranto. 10 giugno: a causa di una fuga di gas, a Pisticci crolla parzialmente una palazzina. Si salvano una donna e i suoi due figli. 30 giugno: Restivo è condannato all’ergastolo per l’omicidio Barnett. 2 luglio: in piazza don Bosco migliaia di persone partecipano ai funerali di Elisa Claps, a Matera si celebra la Festa della Bruna. 15 luglio: il Matera, che non si era iscritto, viene ufficialmente escluso dal campionato di calcio di Seconda divisione. 23 agosto: Bernalda si prepara per ospitare il matrimonio dell’anno tra la regista Sofia Coppola e il cantante rock Thomas Mars. 27 agosto: centinaia di curiosi sono a Bernalda. Nel pomeriggio gli sposi dicono sì davanti al sindaco, Leonardo Chiruzzi. 1 settembre: la Natuzzi, che produce mobili imbottiti, annuncia 1.280 esuberi, da collocare in cassa integrazione per due anni, tra Basilicata e Puglia. 15 settembre: la Total annuncia che cominceranno nel mese di maggio 2015 le estrazioni tra la Val d’Agri e la Valle del Sauro per il progetto ‘Tempa Rossa’. 20 settembre: dopo la pubblicazione da parte dell’Arpab dei dati sull’inquinamento delle falde acquifere nella zona industriale di San Nicola di Melfi, dove opera il termovalorizzatore Fenice, la Regione apre un’inchiesta sull’impianto. Il 14 ottobre, la Provincia di Potenza sospende l’autorizzazione per l’impianto, a sua volta sospeso dal Tar il 4 novembre: riprende l’attività del termovalorizzatore. 6 novembre: a causa del maltempo, alla periferia di Matera, risultano disperse due persone che erano all’interno di un’automobile travolta dalla piena di un torrente: sono Carlo e Rosa Masiello, padre e figlia di Altamura, rispettivamente di 87 e 44 anni. 8 novembre: a Salerno comincia il processo Claps. Il gup non accoglie la richiesta della diocesi di Potenza di costituirsi parte civile. 11 novembre: il gup di Salerno condanna Restivo a 30 anni di reclusione per aver ucciso Elisa Claps il 12 settembre ’93. 11 novembre: viene ritrovato il cadavere di una delle due persone disperse a Matera. 12 novembre: il cadavere della seconda persona viene trovato a circa cinque chilometri dal luogo dell’incidente. 18 novembre: il Tar per la Basilicata annulla il provvedimento della Provincia di Potenza che aveva sospeso l’autorizzazione per l’impianto Fenice di Melfi. 29 novembre: l’ex parlamentare lucano Giampaolo D’Andrea viene nominato Sottosegretario ai Rapporti con il Parlamento del Governo guidato da Mario Monti. 3 dicembre: continua lo sciame sismico sul Pollino. Cresce la paura tra la popolazione. 8 dicembre: anche per il Ponte dell’Immacolata, Matera è affollata di turisti, nel “Presepe naturale” dei rioni Sassi e lo sarà nuovamente dal 27 al 30, quando nel Sasso Caveoso si svolgerà il “Presepe vivente”.

 

Share Button