Scoperta maxi-evasione dalla Guardia di Finanza di Matera

Guardia di Finanza

MATERA – Maxi-evasione scoperta dalla Guardia di Finanza di Matera: sono stati accertati oltre sedici milioni di base imponibile tra imposte dirette ed Irap e quattro milioni di Iva. Diverse le imprese locali interessate. Tre contribuenti erano assistiti da un professionista che, oltre ad aver personalmente occultato al fisco un reddito di circa 600 mila euro relativo alla propria attività, ha anche posto in essere un tentativo di elusione fiscale finalizzato ad occultare al fisco, attraverso un complicato meccanismo di cessione di quote di società, una plusvalenza di oltre 5 milioni di euro derivante dalla cessione di un immobile commerciale. Un intervento ha riguardato un’azienda del settore impiantistico che faceva un uso disinvolto di fatture per operazioni inesistenti per oltre 2 milioni di euro e utilizzava frequentemente manodopera irregolare. Un’impresa operante nel settore delle costruzioni residenziali è risultata evasore per più di 2 milioni di euro di elementi di reddito totalmente sottratti a tassazione. La Finanza, inoltre, ha scoperto un ingegnoso sistema di frode in dogana compiuto da una società operante nel settore della commercializzazione di vari prodotti provenienti dalla Cina. In particolare si utilizzavano in modo fraudolento i depositi fiscali Iva in dogana, usualmente impiegati per lo stoccaggio fisico delle merci extraUE. Le attività, infine, hanno portato anche alla segnalazione all’Autorità giudiziaria. di sedici soggetti per il reato di utilizzo di fatture per operazioni inesistenti ed altri reati tributari.

Share Button