- trmtv - http://www.trmtv.it/home -

GdF, nel materano un esercente su tre non emette lo scontrino

MATERA – Un esercente su tre, nella provincia di Matera, non emette lo scontrino fiscale. A segnalarlo, in un comunicato, è il Comando Provinciale della Guardia di Finanza, sulla base dei controlli effettuati sugli esercizi commerciali. Nel corso della stagione estiva, si legge nel comunicato, a fronte di 388 attività ispezionate, sono stati rilevati 129 casi di mancata emissione del prescritto documento fiscale o con una indicazione di corrispettivo inferiore a quello realmente percepito. La più alta percentuale di irregolarità, fanno sapere dal Comando della Guardia di Finanza, si è registrata con le attività stagionali e tipiche del periodo estivo e in occasione di eventi a ridosso della “Notte di San Lorenzo” e del giorno di Ferragosto. A scoraggiare questi comportamenti, che tra l’altro favoriscono l’evasione fiscale, a nulla sono serviti gli effetti della normativa vigente in materia. La quale, ricorda la Guardia di Finanza, prevede, in caso di mancata emissione del documento fiscale per quattro volte in cinque anni, la sospensione della licenza per un periodo che va da tre giorni ad un mese. L’attività svolta dalle fiamme gialle della Provincia di Matera, fanno sapere da Confcommercio e Confesercenti, si conferma ancora una volta puntuale e precisa. Si tratta però di un dato parziale, visto l’intervallo di tempo e la tipologia delle attività in relazione ai quali si sono verificate le infrazioni. Un dato statistico, ribadiscono, che non fotografa la realtà nel suo complesso. Nel mese scorso, fanno sapere le due associazioni di categoria, agli associati è stato distribuito un opuscolo informativo sulla materia, anche allo scopo di sollecitare al rispetto della normativa, in modo sempre più diffuso e capillare.

Share Button