Scoperte squadre di tombaroli da CC, 47 denunce

Taranto. Scavavano nelle tombe, sepolturemillenarie, sottraendo il prezioso contenuto, per lo piùanelli, medaglie, reperti archeologici in ceramica: le squadredi tombaroli e di ricettatori operavano nelle aree protettepugliesi e lucane, in particolare nelle zone di Castellaneta eLaterza, Metaponto e Montescaglioso. L’organizzazione è statascoperta dai militari del Comando Carabinieri Tutela Patrimonioculturale- Nucleo di Bari – i quali hanno individuato e denunciato 47 persone che dovranno rispondere a vario titolo di ricettazione, violazione in materia di ricerche archeologiche edimpossessamento illecito di beni appartenenti al patrimoniodello Stato. Nel corso dell’operazione sono state eseguite 50perquisizioni nei confronti di persone e in abitazioni in 21Comuni distribuiti nelle province di Taranto, Brindisi, Lecce,Potenza, Matera, Chieti, Cosenza, Arezzo, Napoli e Roma. Imilitari hanno recuperato 2.298 beni archeologici (monete,medaglie, reperti in ceramica, oggetti in metallo, selci,fossili, frammenti in terracotta e ossei, statuette).   L’indagine è cominciata nel dicembre del 2010. Alcunesquadre di tombaroli alle prese con scavi clandestini durante lanotte sono state sorprese, tra l’altro, in flagranza di reato.Pur di reperire il materiale da rivendere, i malfattori non sifacevano scrupolo di utilizzare escavatori, rivoltando la terraper individuare le tombe da saccheggiare. I pesanti lastroni inpietra, posti a protezione delle tombe, venivano cosìfrantumati, provocando spesso anche il danneggiamento didelicati recipienti in ceramica, decorati, contenuti nellefosse, connessi con l’offerta simbolica di cibi e bevande. Lesquadre di tombaroli – secondo quanto accertato – potevano anchecontare su sofisticati metal detector che consentivano diindividuare oggetti metallici, come anelli, bracciali, fibbie,medaglie o monete, molto ricercate e richieste daicollezionisti. Oltre alle necropoli venivano saccheggiate anchele aree dove sorgevano antiche città.

Fonte Ansa

Share Button