Un arresto per tentato omicidio a Garaguso

Garaguso (Mt). Questioni di proprietà, i motivi all’origine della vicenda che ha tinto di sangue la storia di una famiglia di Garaguso, nel giorno della Festa della Repubblica. Due fratelli litigavano da tempo e il diverbio di ieri pomeriggio è stato l’ultimo atto di anni di discussione, sfociato in un’aggressione quasi letale. Secondo la ricostruzione dei fatti, uno dei due ha estratto un pugnale, della lunghezza di 23 centimetri, colpendo il familiare più volte e provocandogli ferite al petto, ad un gomito e alle dita di una mano. Solamente sfiorati, per fortuna, gli organi vitali. Sul posto, dopo le segnalazioni dei vicini di casa,  i Carabinieri della Compagnia di Tricarico e della locale stazione che dopo aver accertato l’intento criminoso dell’uomo, 50 enne, hanno rinvenuto gli indumenti e il coltello che aveva utilizzato ancora sporchi di sangue. La vittima, 61 anni,  è stata trasportata all’ospedale Madonna delle Grazie dove è tuttora ricoverata, l’aggressore è stato associato alla casa circondariale di Matera accusato di tentato omicidio aggravato,  a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.