Carcere, detenuto aggredisce 3 agenti

MATERA – Un detenuto aggredisce tre agenti di polizia penitenziaria, mandandoli al pronto soccorso e finendo lui stesso in ospedale. È successo ieri sera a Matera, intorno alle ore venti, quando il soggetto, probabilmente un uomo giovane, sotto i trenta, si è reso protagonista di questo grave fatto di cronaca. A riferirlo, il segretario regionale della Uilpa, Giovanni Grippo, che ci ha contattato per segnalarci l’accaduto e le conseguenze che esso ha avuto, dopo che il giovane aggressore è stato portato al pronto soccorso. Ma andiamo per gradi. Il detenuto, che una decina di giorni fa, era già stato protagonista di una vicenda analoga, nella serata di ieri, si è procurato un taglio con un gesto autolesionista, richiamando l’attenzione degli agenti. I quali, secondo quanto riferito da Grippo, sono stati a loro volta aggrediti. Dopo l’accaduto, per tutti e quattro, detenuto e agenti, è stato necessario ricorrere alle cure mediche, presso il pronto soccorso dell’Ospedale di Matera. In particolare, per ognuno degli agenti, sette giorni di prognosi. Ma la vicenda non si è chiusa qui. Al pronto soccorso l’aggressore si è reso inoltre protagonista di altri atti di vandalismo, distruggendo un bagno e provocando il fuggi fuggi generale, fra gli altri pazienti. Un fatto, ha ribadito Grippo, di una gravità inaudita, in tutte le fasi del suo sviluppo, che torna a riproporre la necessità di rivedere e potenziare il sistema sanitario all’interno dell’istituto. È inammissibile, ha sottolineato Grippo, che in situazioni del genere un detenuto sia condotto in strutture mediche ordinarie, a stretto contatto quindi con gli altri pazienti. Al Provveditorato Regionale dell’Amministrazione Penitenziaria di Potenza, il Segretario Regionale della Uilpa, chiede quindi un intervento immediato per l’attivazione di un reparto protetto presso l’ospedale.

 

Share Button