L’attività dei Carabinieri del Materano nel 2010

La conferenza di fine anno

MATERA – Aumentano sia gli arresti che le denunce. Il 2010 dei Carabinieri operanti nella provincia di Matera fa segnare questo tipo di incremento. Ad illustrare i dati dell’attività dell’Arma negli ultimi dodici mesi, ieri, è stato il comandante provinciale, tenente colonnello Antonio Russo, subentrato, nello scorso mese di novembre, a Domenico Punzi. Gli arresti nel Materano, quindi, passano dai 226 del 2009 ai 235 del 2010; le denunce in stato di libertà alla magistratura, invece, da 1.615 a 1.702. Da gennaio a dicembre, in particolare, i Carabinieri hanno raccolto 1.190 denunce di furto, che nel 2009 furono 957, e indagato su nove rapine, due in più rispetto all’anno scorso. 26.499, a fronte dei 26.251 del 2009, invece, sono stati i servizi, mentre nell’ambito delle attività di prevenzione degli incidenti sul lavoro, sono stati controllati 105 cantieri, rilevando irregolarità che hanno portato a 72 denunce. Il comandante Russo, in particolare, ha ricordato le indagini svolte per fare chiarezza sull’omicidio di via Gagarin, avvenuto a Matera il 27 giugno scorso, che, a distanza di tre mesi, ha portato all’arresto del colpevole, e l’attività svolta per contrastare il lavoro nero. Parola d’ordine per il 2011, infine, ha annunciato Russo, sarà “prevenzione”, da rafforzare con rinnovato impegno.

Share Button