- trmtv - http://www.trmtv.it/home -

Sosta vietata in Piazza Duomo. La delibera riaccende il dibattito.

Il 22 novembre, la giunta comunale di Matera ha deliberato sulla nuova regolamentazione urbana del centro storico. Obiettivo: decongestionare il fulcro della città e le viabilità sature. La novita più importante riguarda i residenti di piazza Duomo; quest’ultima diventerebbe a sosta vietata. Per venire incontro ai disagi che si creerebbero a questi cittadini, nella delibera, si è compresa l’individuazione di aree di sosta, a loro riservate, in Piazza San Francesco e, accesso a prezzi più bassi, nel parcheggio di via Lucana. ” La delibera resta aperta ai suggerimenti dei cittadini” – dichiara il sindaco di Matera Salvatore Adduce , ed infatti, pronta la risposta del comitato residenti di piazza Duomo, piazza Sedile e adiacenze, che, dichiarano di essere in linea con l’amministrazione; giusto, preservare il centro storico dalla presenza di auto, ma, con qualche eccezione. “In ogni città d’arte italiana – dicono – esistono parcheggi blu grautiti per i residenti; oltre al patrimonio storico, va salvaguardata la qualità della vita di noi abitanti di questa zona. Ragioni avallate dalla legge 771/86 sul recupero dei sassi. Creare condizioni di disagio – continua il comitato –  vorrebbe dire andare incontro ad un nuovo abbandono di questi rioni con ripercussioni negative sia sull’attrattività che sulla salvaguardia stessa del nostro patrimonio”. Olte agli stalli blu gratuiti, quindi, il comitato chiede: un numero di parcheggi adeguato per il carico/scarico h24, stalli rosa, stalli per motociclette e biciclette, traposto pubblico con bus navetta  e telepass. Cenni anche alla necessità di segnalatori di parcheggio completo o libero. Attualmente, si parla di quasi 350 abitanti, nella zona cosidettà Civita; questa controproposta è stata firmata da circa 130 capifamiglia. Tale delibera arriva senza qualle pianificazione generale, chiamata PUM, piano urbano di mobilità, che, avvalendosi della collaborazione, già avviata, con la Sintagma, società specializzata nella regolamentazione delle mobilità urbane, avrebbe potuto fornire elementi tecnici ulteriori, utili, alla decisione.

Share Button