Eseguita l’autopsia sulla donna morta dopo il parto

POLICORO – Saranno ora i risultati dell’autopsia a fornire ulteriori ed importanti dettagli sulle cause della morte di Rosalba Pascucci, la donna di Bernalda, già madre di un bambino, deceduta ieri a Policoro, dopo un parto gemellare, all’ospedale Giovanni Paolo II. L’esame, disposto dalla Procura della Repubblica di Matera, iniziato intorno alle ore 18 e 30 di questo pomeriggio, viene eseguito dai periti del Tribunale, i medici Biagio Solarino e Luca Lojodice, alla presenza del dottor Luigi Palmieri, perito della famiglia della donna, e del dottor Maurizio Bresadola, in rappresentanza del ginecologo, che aveva eseguito il parto cesareo e che è stato sospeso dall’Azienda Sanitaria, in via cautelare, insieme a un altro collega. Intanto proseguono le indagini della procura della Repubblica di Matera: agli elementi già raccolti dai Carabinieri, il pubblico ministero, Rosanna De Fraia, aggiungerà la testimonianza delle persone in servizio, dal ricovero della Pascucci alla sua morte. All’esame del magistrato vi sono anche le annotazioni sulla cartella clinica della donna.  Sono buone infine le condizioni di salute dei due gemelli, Rocco e Cristiano, affidati alle cure del reparto di neonatologia dell’ospedale Madonna delle Grazie di Matera. Sono nati con leggero anticipo – precisa l’Asm – ma non hanno avuto bisogno di nessun intervento né dell’incubatrice.

Share Button