Omicidio Cassol, se ne discute ad Altamura

Altamura (Ba) – Esprimono il proprio cordoglio, per l’omicidio di Don Cassol il sindaco di Altamura Mario Stacca a nome di tutta la cittadinanza e l’Ente Parco Nazionale dell’Alta Murgia. “La conferma dell’ipotesi investigativa dell’errore commesso dal bracconiere altamurano Giovanni Converso Ardino pone ulteriormente in evidenza la necessità di intensificare la sorveglianza notturna da parte dell’organismo preposto, ossia il Coordinamento Territoriale per l’Ambiente del Parco del Corpo Forestale dello Stato. È anche da evidenziare, prosegue l’Ente Parco, la scarsa presenza nel territorio di unità del Corpo di Polizia Provinciale di Bari e di Barletta-Andria-Trani ed il loro mancato coordinamento con gli altri organismi di sorveglianza”. “L’accaduto – si legge ancora nella nota dell’Ente Parco – pone, inoltre, in evidenza un altro aspetto tutt’altro che secondario e, cioè, la frequentazione del territorio del Parco da parte di persone singole o in gruppi che svolgono attività escursionistica o raduni organizzando veri e propri campeggi senza comunicare alcunché all’Ente Parco e senza esserne autorizzati.

 

Share Button