Intesa tra Matera e Monza per scambio esperienze

L'incontro al Comune di Matera

MATERA – Scambiarsi esperienze utili ad una crescita reciproca, avviare confronti su temi amministrativi e buone pratiche nonché collaborazioni in settori come l’agricoltura e l’enogastronomia. E’ lo scopo di un’intesa non scritta che le amministrazioni comunali di Matera e di Monza porranno in essere nei prossimi mesi. L’idea è scaturita al termine di un incontro svoltosi nella città dei Sassi tra il sindaco, Salvatore Adduce, e l’assessore alle attività produttive del Comune di Monza, Paolo Gargantini, ospite del Distretto del mobile imbottito di Matera e Montescaglioso, nell’ambito del progetto della scuola di design che dovrebbe prendere il via entro la fine dell’anno. Alla riunione tra gli amministratori, infatti, ha preso parte anche il presidente del Distretto, Tito Di Maggio, insieme all’assessore alle Attività Produttive del Comune di Matera, Silvia Vignola, e il consulente di imprese brianzole, Roberto De Vito. Lo sportello unico per le imprese, che a Monza è una virtuosa realtà e l’istituzione di farmer markets rionali improntati sulla “filiera corta” sembrano essere i punti cardine su cui improntare questa collaborazione. Gargantini, infatti, definendo “difficile” ma “possibile ed importante” l’esperienza dello sportello per le attività produttive, si è detto disponibile ad ospitare anche una delegazione materana per approfondire l’argomento che però non può prescindere dal coinvolgimento delle Camere di Commercio. E dal presidente dell’Ente camerale materano la disponibilità in tal senso è già arrivata: in una nota, Angelo Tortorelli ha auspicato l’allargamento della collaborazione anche a settori come il turismo, che possono portare valore aggiunto all’economia locale. Il primo passo, però, ora è l’attivazione di contatti con le organizzazioni professionali agricole del Materano per l’apertura di nuovi mercati che possano contribuire ad una riduzione della spesa delle famiglie brianzole.

 

Share Button