4500 tonnellate di rifiuti da Potenza a Matera

Augusto Toto

MATERA – Dal 1° luglio al 30 novembre prossimi, 4500 tonnellate di rifiuti prodotti dal “Bacino Centro” della Provincia di Potenza saranno smaltiti nella discarica di borgo La Martella, a Matera, a causa delle carenze impiantistiche del capoluogo lucano. Lo prevede l’ordinanza numero 109173 del Presidente della Regione Basilicata inviata, come ordine perentorio, al Comune di Matera. A renderlo noto all’opinione pubblica è il consigliere comunale della civica “Alleanza Materana”, Augusto Toto, che sulla questione ha anche presentato un’interrogazione a risposta scritta al Sindaco Adduce ed al Segretario comunale generale. Nel documento, Toto chiede al primo cittadino di capire perché non si sia opposto al provvedimento in oggetto, perché la Giunta dello stesso non abbia informato il Consiglio e per sapere come intenderà affrontare l’emergenza rifiuti a Matera nel caso in cui a breve ci si trovasse nella condizione di non poter più smaltire i rifiuti nella discarica cittadina. Nei mesi scorsi, infatti, come noto la discarica di La Martella ha avuto problemi di smaltimento al punto tale che Matera ha dovuto conferire i propri rifiuti presso l’impianto di Pomarico per un costo per le casse comunali di circa un milione di euro. Ora, tra l’altro, l’impianto comunale ha una capacità residuale minima e le volumetrie restanti possono soddisfare a stento l’utenza materana e per un periodo limitato. Ecco perché, anche in assenza di una programmazione regionale sulla gestione dei rifiuti, non è remota, secondo Toto, l’ipotesi che Matera, a breve, si possa ritrovare in stato di piena emergenza.