Sequestrata villa a Scanzano Jonico

Scanzano Jonico (Mt). Il personale dell’Ufficio Misure di Prevenzione della Questura di Matera e del Commissariato di Scanzano Jonico, nei giorni scorsi, ha proceduto al sequestro preventivo di un’area su cui è stata costruita una villa edificata in violazione alla normativa urbanistica vigente. Il terreno, sottoposto a vincolo paesaggistico, di alto valore geologico e agricolo è di proprietà dell’Alsia, dato in concessione a privati per uso esclusivamente agricolo, con divieto di fabbricazione e variazione di destinazione d’uso. Sul sito, invece, è stato costruito un manufatto del valore di circa 200 mila euro, arredato, con finiture di pregio e circondato da un ampio giardino. Il provvedimento è stato notificato al rappresentante legale dell’ Agenzia Lucana di Sviluppo e di Innovazione in Agricoltura e a coloro che utilizzavano la villa, ovvero la moglie e il figlio di Gerardo Schettino noto pregiudicato del posto arrestato nel dicembre scorso. L’operazione condotta dalla Polizia di indubbio valore patrimoniale, vuol rappresentare anche una risposta dello Stato all’atteggiamento di soggetti malavitosi che ritengono di poter agire nell’impunità.

 

Share Button